LE CASE, I LUOGHI, I PERCORSI - Pro Loco Comunità di Mortegliano Lavariano Chiasiellis

Comunità di
Mortegliano
Lavariano
e Chiasiellis
Piazza Verdi, 13
33050 Mortegliano (UD)
Tel: 0432 760079
Fax: 0432 826668
informazioni@prolocomortegliano.it
Pro Loco
Vai ai contenuti

Menu principale:

LE CASE, I LUOGHI, I PERCORSI

TURISMO > ITINERARI
  
CASE IN TEMPO DI GUERRA - ITINERARIO
          
PER ACCEDERE ALLA MAPPA INTERATTIVA











IN BICICLETTA NEL TERRITORIO

Nella zona si possono percorrere agevolmente molte strade sterrate in bicicletta,
così da poter respirare la stupenda campagna su cui sorgono i nostri paesi.
L'itinerario è di circa 35 km.





IN BICICLETTA A LAVARIANO

Percorso lungo le vie del paese e la campagna circostante.
Partenza da Villa Bossi e arrivo all'agriturismo "Al Buttasella"

Itinerario consigliato
Lunghezza percorso: circa 10 km









LA PALUDE DI MORTEGLIANO

La Palude, cosiddetta "di Mortegliano", è sita nella frazione di San Andrat del Cormor, nel comune di Talmassons, territorio ricco di acque per la presenza del fiume Cormor e delle Risorgive Friulane. Questo appellativo le fu dato per individuare la zona, in quanto Mortegliano rappresentava all'epoca il principale centro di riferimento.

La zona offre un bellissimo paesaggio ed uno splendido percorso immersi nel verde e nella natura. Il percorso che vi indichiamo, a partire da piazza Verdi a Mortegliano, è percorribile perlopiù in bicicletta anche se in alcuni tratti è necessario condurla a braccia, specialmente nella zona fangosa della vera e propria palude.
L'escursione, compresa la strada di andata e ritorno tra Mortegliano e San Andrat, dura circa tre ore. Consigliamo il periodo primaverile quando, oltre alla bellezza della natura fiorente, molte strade sterrate in mezzo ai pioppi sono "innevate" dai fiocchi delle spore dei pioppi stessi.

CURIOSITA'


Interessante, vicino alla Chiesa di San Andrat, un piccolo monumento dedicato a SANTE SABIDE (friulano per "Santa Sabato").

Esso è un protratto della tradizione del Cristianesimo Alessandrino, di matrice fortemente ebraica. E' risaputo che per gli ebrei il giorno santo è il sabato, e non la domenica, ed è per questo che la tradizione ha portato avanti il culto della "Santa Sabato" la quale, poi, è stata inevitabilmente identificata con la Madonna.



PORTONI RURALI A LAVARIANO



0 - Portale Job - Cormons

1 - Portale Alfiêr

2 - Portale Bucin - D'Odorico

3 - Portale Marane - Signor

4 - Portale D'Odorico

5 - Portale Bonetto - Bulfon

6 - Portale Madrisotti - Muinis

7 - Portale Brida - Da Ros

8 - Portale Signor

9 -Portale Bresse - Zuliani

10 - Portale della Canonica

11 - Portale Boldarino - Marcuzzi

12 - Portale Carussio - Metus


0 - PORTALE JOB - CORMONS; PORTON DI CORMONS
Si tratta di un portone ad arco ribassato, che si apre sulla Piazzetta, era di proprietà della famiglia Job ed è stato costruito nel 1600.

1 - PORTALE ALFIÊR; PORTON DI ALFIÊR
Non consiste in un portale ad arco, ma semplicemente in un ingresso rettangolare ad una antica corte contadina.

2 - PORTALE BUCIN - D'ODORICO; PORTON DI BUCIN
E' un portale ad arco ribassato che apre ad un'ampia corte.

3 - PORTALE MARANE - SIGNOR; PORTON DE MARANE
Probabilmente era la casa del fattore dei Conti Colloredo, presenti a Lavariano dal 1288 come consorti dei Conti Strassoldo. Il portale e la struttura muraria superiore sono state aggiunte ai primi del 1800.

4 - PORTALE D'ODORICO; PORTON DI D'ODORICO
Consiste in un ingresso ad arco ribassato su di uno stretto cortile.

5 - PORTALE BONETTO - BULFON; PORTON DI BONET - BULFON
Sulla chiave di volta c'è la data 1692. L'intero edificio, come il portone ad arco ribassato in mattoni, è stato sapientemente restaurato e rivela più recenti tipologie architettoniche rurali.

6 - PORTALE MADRISOTTI - MUINIS; PORTON DI MADRISOT- MUINIS
La chiave di volta porta i nomi EPGM e l'anno 1728. E' uno dei pochi portali in masselli e conci di pietra. Apparteneva alla famiglia del famoso notaio lavarianese Gasparo Madrisotti.

7 - PORTALE BRIDA - DA ROS; PORTON DI BRIDA - DA ROS
E' uno degli ultimi portoni coperti da tetto in coppi, che un tempo introducevano ai cortili di molte case rurali di Lavariano. E' il portale di accesso a quella che nel 1800 era la casa Brida.

8 - PORTALE SIGNOR; PORTON DI SIGNOR
E' un portone che apre ad un'ampia corte contadina.

9- PORTALE BRESSE - ZULIANI; PORTON DI BRESSE
Il portale, con l'arco ribassato di mattoni, è opera del primo 1800. I muri di sassi della grande casa padronale, tipici della architettura spontanea rurale, sono stati ripuliti dalle ingiurie del tempo e riportati alla loro bellezza originaria.

10 - PORTALE DELLA CANONICA; PORTON DE CANONICHE
E' un portale del 1800, di mattoni e ad arco ribassato, che apre al cortile della Canonica, casa del Parroco di Lavariano.

11 - PORTALE BOLDARINO - MARCUZZI; PORTON DI MARCUÇ
Consiste in un portale ad arco ribassato di mattoni, risalente al 1800.

12 - PORTALE CARUSSIO - METUS; PORTON DI METUS
Risale al 1600. E' il portale di accesso a quella che era la casa della importante famiglia Carussio, cui apparteneva il Pievano don Giuseppe Carussio, costruttore della Chiesa Parrocchiale del 1781. Il massiccio portale porta due segni legati alla lotta contro le eresie: le grosse pietre bugnate di sostegno (la fede) e l'arco concavo, a forma di Omega maiuscolo (Dio).

FORNO RURALE BRIC - MASUTTI; FOR DI BRIC
All'interno del cortile della antica Casa della Fabbriceria della Pieve di Lavariano, oggi Masutti, c'è il Forno Rurale di Bric, di fine 1800, uno dei Forni usati anche dalle famiglie del vicinato.


IL FIUME CORMOR DI MORTEGLIANO

Un elemento che caratterizza il territorio campestre morteglianese è il fiume Cormor, che nel corso degli anni è stato incanalato per mano umana in un alveolo, mentre originariamente si perdeva in territori paludosi. All’origine dello sviluppo insediativo non costituì un fattore prettamente determinante, in quanto non permetteva una costanza nell’approvvigionamento d’acqua e inversamente costituiva un pericolo nel periodo delle piogge autunnali per il rischio alluvioni. Attualmente è controllato da un Consorzio di bonifica nella vita dei morteglianesi.

Lungo le rive del fiume e nella campagna circostante, attraversata da strade non asfaltate ma percorribili a piedi ed in bicicletta, è possibile dedicarsi a scampagnate immerse nella natura e nel paesaggio.


Copyright © Pro Loco Comunità di Mortegliano - Lavariano - Chiasiellis - P.IVA 00975240300 - C.F. 94002470303
Torna ai contenuti | Torna al menu